D - Cosa bisogna fare per diventare Corrispondenti di Eagle Direct?

R - Per prima cosa è necessario compilare il modulo raccolta informazioni, allegando un certificato della CCIAA con data non anteriore a sei mesi e la fotocopia di un documento di identità del titolare/legale rappresentante in corso di validità; Eagle Direct, dopo le opportune informazioni commerciali sul candidato, esprime il suo parere; in caso di responso favorevole viene attivata la procedura di accreditamento.      torna sopra

D - Quali sono i requisiti per diventare Corrispondenti di Eagle Direct?

R - Innanzitutto è necessario essere iscritti al RUI in sezioni tali da consentire la collaborazione con una agenzia di sottoscrizione (normalmente B o E ) e possedere le dovute qualità professionali e morali.
E' richiesto spirito di iniziativa, capacità di gestire la priorità, doti di intraprendenza ed indipendenza, la capacità di lavorare per obiettivi   torna sopra

D - Quali strumenti informatici servono?

R - Eagle Direct lavora a distanza con i propri Corrispondenti utilizzando l’informatica come strumento di penetrazione e riduzione dei costi. E' indispensabile possedere un personal computer, una stampante laser, una connessione ad Internet possibilmente a banda larga, con relativa casella di posta elettronica (ottenibile anche da Eagle Direct) il programma Acrobat Reader ed il programma Open Office Org che possono essere scaricati e utilizzati gratuitamente.   torna sopra

Accediamo ad un software della Footprint Risk Management (London) Ltd che consente il collocamento “Transborder” a compagnie operanti in Italia in regime di LPS; il software si chiama TUS ( Transborder Underwriting System ) e permette di meccanizzare gli intermediari che possono così produrre e stampare in Italia i contratti sottoscritti a Londra.

I nostri corrispondenti che ne fanno richiesta vengono dotati del software TUS garantendosi in questo modo un approccio incisivo e di successo

Mettiamo a disposizione dei nostri corrispondenti il nostro help desk informatico per qualsiasi supporto tecnico.

D - Quali prodotti distribuisce Eagle Direct?

R - Eagle Direct intende integrare l’offerta di prodotti di cui dispone il suo corrispondente, con prodotti innovativi e concorrenziali che fanno riferimento ai mercati non LLOYD’S in UK.  Lavoriamo costantemente per incrementare l’offerta dei prodotti ai nostri corrispondenti .     torna sopra

D - Eagle Direct opera anche nel ramo RC Auto?

R - No ma opera nel ramo ARD (Auto Rischi Diversi )   torna sopra

D - Quale è l’entità delle provvigioni riconosciute ai propri intermediari?

R - Eagle Direct opera su mercati non LLOYD’S in UK, le caratteristiche uniche dei mercati non ci consentono di impegnarci con una tabella provvigionale per quegli affari che vengono collocati secondo procedure cosiddette “open market”; per questi affari l’entità della provvigione viene comunicata di volta in volta.
Per gli affari inerenti linee di business per le quali Eagle Direct agisce l’entità della provvigione viene comunicata con una lettera successiva alla nomina a corrispondente di Eagle Direct; di norma riconosciamo il 100% della provvigione che otteniamo dall’assicuratore e riserviamo a noi gli accessori sul premio di polizza.   torna sopra

D - Dove sono gli Uffici di Eagle Direct?

R - Eagle Direct è un operatore italiano con sede in Italia è stata autorizzata ad operare in Gran Bretagna sia in regime di Libertà di Prestazione di Servizi che in regime di Stabilimento , e' presente sulla piazza di Londra con un REGISTERED OFFICE e nella City di Londra con un CITY ADDRESS .   torna sopra

D - Come viene gestita una richiesta di quotazione ed un’emissione di polizza?

R - Il Corrispondente riceve il materiale assuntivo in forma elettronica, compila e invia le proposte di assicurazione alla competente unità di Eagle Direct che provvede a fornire una quotazione.
Ricevuta la quotazione il Corrispondente la sottopone al suo cliente e raccoglie l’ordine di copertura.
Eagle Direct provvede allora ad emettere il contratto che viene inviato al corrispondente per gli adempimenti relativi al perfezionamento.   torna sopra

D - Come vengono gestiti i sinistri?

R - I sinistri sono gestiti direttamente dagli Assicuratori a mezzo di “Loss Adjusters”, strutture italiane che per conto dei Sottoscrittori sovraintendono al processo di liquidazione. I mercati assicurativi inglesi sono noti per la velocità e la correttezza liquidativa.   torna sopra

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(obbligatoria indicazione fonte e link alla pagina)